4 Gen 2016
Un barca tra le onde che non sembra, ma ha una grande forza.

Quella forza dentro di te

Lo vedo, quello che doveva essere il tuo ufficio. Non ci sei seduto tu sulla sedie girevole, non sono le tue carte quelle appoggiate sulla scrivania di vetro, il tuo PC non è lì. Hai lasciato, come il tuo solito, che quello che doveva essere il tuo angolino, lo prendesse qualcun altro; che fosse più importante essere un buon padre, piuttosto che avere una pezzettino di “vita tua”.

Quest’immagine mi vela gli occhi e mi fa pensare alla tua vita e al tuo volto. Ogni giorno che passa i tuoi occhi comunicano una gran voglia di mollare, dicono ”non so quanto ancora resisterò, vorrei solo essere più sereno”. La tua mente, però, non riesce ad accontentare il tuo cuore e la tua anima continua il suo percorso di sofferenza.

La tua schiena soffre dei molti pesi che hai voluto con te fin dalla più giovane età. È difficile a volte accettare che ci siamo scelti il nostro percorso, che ciò che la vita ci ha riservato non è un volere divino o esterno, ma solo quello che la nostra anima ha programmato per noi.

Un peso dopo l’altro, un dovere dopo l’altro, una sofferenza dopo l’altra…

Avverto il tuo cuore, ”non ce la faccio più” sono le parole che mi arrivano.

Vorrei poterti aiutare, il tuo grido di dolore ormai è forte dentro di me. Purtroppo però solo tu puoi decidere come proseguire e, anche se ciò un po’ mi ferisce, mi rasserena pensare che il tuo dolore ha un senso.

La tua anima non avrebbe mai deciso per te qualcosa di impossibile da affrontare … e così tutto d’un tratto ti vedo forte.

Buon cammino papà <3

  1. Fradefra ha scritto:

    Veramente bella 🙂

  2. Mariangela ha scritto:

    Grazie 🙂

Lascia un commento