4 Mar 2015
Logo del blog Via del Trucco 75

Rise

Voglio dedicare questo mio scritto a tutti coloro che adesso stanno soffrendo e pensano che il loro dolore sia troppo e che difficilmente passerà, si sentono scoffitti da quell’ingiustizia che in realtà non esiste e non vorrebbero più soffrire così…. vi dico che la luce arriverà molto prima di quello che possiate pensare <3 <3

Guardo dalla finestra della mia stanza e penso che ci sia davvero tanto lì fuori che non conosco, che non sento, che non vedo, che non mi ha mai toccato. L’immensità della vita e dell’Universo che percepisco sono solo per una minuscola parte, non vedo mai il tutto.

A volte è così difficile pensare che l’Universo mi ami, voglia che io stia bene, il dolore dentro è davvero forte e mi mangia quasi l’anima, so che dobbiamo imparare dal dolore, ma perchè fa così male! Così dentro, così nelle viscere, così nel mio corpo debole e senza giustizia terrena…..

Voglio piangere, urlare, gridare che non è giustooooooo

Voglio sentire che dentro qualcosa si plachi e che la pace un po’ alla volta ritorni a farmi una carezza, a svuotarmi dal nero cupo male che dentro mi opprime…. 

Voglio tornare alla luce, la luce che scalda il mio cuore terreno, il mio cuore malato, il mio cuore disfatto… voglio che la luce invada il mio buio, quella la luce che non si può vedere mai veramente!

L’essere non è il fare, l’essere è più importante, ma siamo qui sulla terra e continuiamo a fare e vorremmo solo essere, ma non ci riusciamo….

Questo è il destino dell’uomo? Cercare di migliorare costantemente mentre soffre? La prossima vita vorrei che la mia anima decidesse di andare in vacanza… un periodo sabbatico sì, per riprendere le energie, quelle che adesso non ho più. sono arrivata al capolinea e il mio cuore e la mia mente non riescono più a sopportare il dolore… ma la mia anima ha davvero deciso questo per me? sembra così incomprensibile tutto ciò…..

Tornare indietro mi fa male, lo so il mio ego urla che non è giusto, so che razionalmente è sbagliato

non esiste l’ingiustizia, tutto quello che mi succede l’ho creato io con le mie scelte!!

Come quelli che scelgono di fare filosofia, di certo non possono gridare che non è giusto che adesso sono laureati e non trovano lavoro perchè hanno scelto di pensare e di agire con il cuore prima che con la mente. Quelli che scelgono giurisprudenza di certo non possono pensare di andare a lavorare prima dei 35 anni…. ingiustizia? ma cos’è l’ingiustizia?

E’ un anno che mi preparo per questo “viaggio alla ricerca della felicità” e adesso…. anche questo sogno sembra svanire…. davanti ai miei occhi…. a pochi passi dalle miei mani… sento vibrare una nota che non mi piace…. per alcuni momenti la mia anima è calma e rasserenata e poi un tormento nero e cupo…. penso che potrei piangere per 3 mesi ma non me lo posso permettere ho un figlio che ha bisogno di me e io ho bisogno di lui della sua forza cristallo… delle suo amore … a volte lo guardo negli occhi e ascolto la sua anima parlare alla mia nelle scintille delle su pupille vedo l’antica traccia delle nostre vite passate insieme, di quando lui era mia madre e io mi cullavo tra le sue braccia o quando era mio padre e mi insegnava a leggere o …. quando era mio fratello e mia sorella e …. 

……………..

……………..

…ma il corpo si placa, ha vibrato e singhiozzato per molto tempo e adesso ha trovato un primo spiraglio di luce …. il buio oltre la finestra ha lasciato posto a quella luce che ha segnato la via del risveglio, della consapevolezza, del sentire il vero Sè Superiore … un riavvicinamento al bambino interno, all’anima ….

… e tutto si calma, tutto diventa finalmente chiaro, limpido e quel dolore immenso si trasforma in energia positiva e si sente l’amore fluire ovunque gli occhi si posano… ovunque le mani toccano, ovunque …

sentire non è più lo stesso sentire, amare non è più lo stesso amare… tutto si è moltiplicato… tutto si è finalmente svegliato… RISORTO

#WarriorsInActions

  1. fradefra ha scritto:

    <3 <3 <3

Lascia un commento