20 Lug 2010
Il pennello per la polveri, terra o cipria.

Il pennello da polveri per stendere la cipria o la terra.

I pennelli per il viso

Tra gli strumenti più importati dei make-up artist ci sono sicuramente i pennelli. Un po’ come per il pittore, per il truccatore il pennello non è che il prolungamento della sua mano per creare un opera d’arte.

Vediamo allora quali sono i pennelli indispensabili per il trucco della base del viso. Certo, i truccatori ne hanno moltissimi, di tante differenti misure e qualità, ma per ora mi concentrerei su ciò che è indispensabile per fare un buon lavoro.

Direi primo fra tutti un pennello da polveri. Quando si stende la cipria o la terra occorre un pennello grande, abbastanza folto, morbido, che può essere di setole naturali o sintetiche. Questo pennello è indispensabile, perchè non si possono stendere le polveri su zone ampie del viso con pennelli di piccole dimensioni, si rischierebbe di fare dei pasticci e di non omogeneizzare il prodotto, creando delle antiestetiche macchie.

Il pennello da blush o fard.Il pennello da blush è un altro dei pennelli indispensabili, spesso infatti il fard viene applicato in polvere e occorre avere un pennello delle giuste dimensioni per stenderlo. In foto ne vedete uno, è di una forma a cono, non è l’unica, ve ne sono altre. In sostanza deve essere di una dimensione media, più piccolo di un pennello da polveri e un po’ più grande del pennello da conturing. Io mi trovo bene con la forma che vedete in foto, perchè mi consente di stenderlo bene sul pomello della guancia e poi di sfumarlo verso la tempia. Ovviamente ci sono persone che si trovano meglio con altre forme, comunque, dipende anche dalla forma dello zigomo e di quanto blush vogliamo mettere sulle gote.

Il pennello da correttore.Altro pennello importante è quello da correttore. E’ piuttosto piccolo, a lingua di gatto, con setole rigide. Serve per stendere il correttore sulle varie zone del viso dove occorre, solitamente soprattutto sulle occhiaie e le piccole imperfezioni. Alcuni usano le dita (soprattutto l’anulare) per stendere il correttore, si può fare, ma il pennello secondo me aiuta e fa un lavoro più preciso.

Il pennello da conturing.Il pennello da conturing, lo vedete qui a fianco in foto, è più piccolo del pennello da blush ed è anche più sottile. Permette di delineare le sfumature scure della base del viso con la terra. Il conturing non è un’operazione facile, bisogna aver studiato un pochino la fisionomia del viso per sapere quali parti del viso occorre scurire per correggere i difetti ed evidenziare i pregi. Quindi è un pennello da avere solo se si fa fare conturing.

Il pennello per stendere il fondotinta.Ultimo pennello della lista è quello da fondotinta. L’utilizzo del pennello per stendere il fondotinta liquido è molto soggettivo, c’è chi si trova molto bene, chi invece affatto. Io preferisco le spugnette, anche perchè, dico la verità, pulire il pennello da fondo è abbastanza faticoso (almeno per me). In ogni caso lo inserisco tra quelli da avere, perchè secondo me occorre provare. Solitamente ha una forma a lingua di gatto grossa, con setole rigide, ma ci sono anche pennelli che hanno una forma simile a quella del blush, a cono, ma hanno le setole meno folte.

Questi, secondo me, sono i pennelli indispensabili per il viso, ce ne sono molti altri, per esempio, se utilizzate il fondotinta minerale dovete procurarvi un Kabuki, un pennello solitamente con un manico corto, abbastanza grande e con setole molto folte.

  1. pamen ha scritto:

    Ciao Mariangela, complimenti per l’iniziativa!!

    Adoro truccarmi, quindi credo proprio che ti seguirò…
    Mi sono truccata persino dopo il parto: le mie amiche erano sconvolte, ma almeno nelle prime foto non sembravo uno straccetto 🙂

    Una domanda: tu come e quando lavi i pennelli?

    baci
    pat

  2. Mariangela Balsamo ha scritto:

    Ciao pamen, grazie per i complimenti.

    Bella idea truccarsi dopo il parto, anche io in valigia ho già pensato di mettere qualche trucco base per restaurarmi un pochino 😛

    Se i pennelli li usi tutti i giorni, dovresti lavarli una volta alla settiamana, io solitamente lo faccio durante il week-end.

    Per lavarli puoi usare un detergete apposito che puoi acquistare nei negozi che vendono prodotti per make-up, uno shampoo delicato (tipo quello che si usa per i bambini), oppure una saponetta neutra.

    Io solitamente uso uno shampoo delicato per i pennelli da polveri e la saponetta neutra per le spugnette e per i pennelli da grassi (tipo brush per fondotinta o correttore).

    Basta passarli con il detergente e l’acqua sotto il rubinetto finchè non diventano puliti. Occorre fare attenzione solamente a non far andare l’acqua nlla giunzione tra pennello e manico, perchè potrebbe scollarsi.

    Poi si lasciano asciugare su un ripiano con la parte delle setole che esce, in modo che non prendano delle forme strane.

Lascia un commento